no comments

Consigli sulla Sicurezza per Viaggiare a Roma

Come tutte le metropoli di spicco dei nostri tempi, la ‘capitale del mondo’ deve vedersela puntualmente con le attuali problematiche legate al terrorismo ed all’immigrazione: il livello di sicurezza a Roma è elevato grazie all’ottima sorveglianza da parte delle forze dell’ordine dimostrata anche in occasione delle ultime festività.

Roma è sede del Governo italiano, del Parlamento e dei vari Ministeri, oltre che di tutte le altre istituzioni pubbliche del nostro Paese: non può che essere una città estremamente controllata. Anche la ‘città eterna’ è spaccata in due: zone centrali e residenziali più tranquille, zone periferiche e borgate (ma anche alcuni punti centrali come la stazione Termini) dove povertà, disoccupazione ed una maggiore presenza di immigrati generano, quotidianamente, frequenti episodi di microcriminalità.

Il residente ed il turista può sentirsi tranquillo in centro (giorno e notte), ma deve stare in guardia nelle zone turistiche più frequentate ed affollate, in metro e sui mezzi pubblici dove la presenza di ladruncoli, zingari e borseggiatori è all’ordine del giorno (e della notte). Soprattutto periferie e borgate sono le zone da evitare: in fondo, stai partendo per visitare le principali bellezze di Roma e non ti servirà conoscere anche il lato più oscuro della caput mundi.


Cosa succede in città

Roma si può definire una meta turistica abbastanza tranquilla e sicura. Puoi passeggiare per le strade del centro e visitare i luoghi più frequentati senza correre particolari rischi. Le insidie di sempre (ovunque) sono i borseggiatori, i ladruncoli e gli zingari che si muovono nei luoghi più affollati, sui mezzi pubblici, nei mercatini (specie Porta Portese). Bisogna stare in guardia come in tutte le altre capitali europee controllando la borsa e tenendo d’occhio (ed al sicuro) il portafogli.

In occasione delle ultime festività, gli stessi cittadini come pure i turisti hanno elogiato il livello di sicurezza a Roma, la presenza massiccia delle forze dell’ordine. A fine anno 2017 ed inizio 2018, la sensazione di sicurezza avvertita in città è stata particolarmente elevata.


Zone pericolose o da evitare

La disoccupazione, l’aumento della povertà e della concentrazione di immigrati a Roma non fanno che accrescere gli episodi di microcriminalità nella capitale d’Italia e del mondo. Furti, borseggi, rapine negli esercizi commerciali e spaccio di droga sono in costante aumento (dal 42 al 75%) come rivela da tempo (almeno da 3 anni) un’indagine del Censis in base ai dati raccolti a partire dal 2010. Statistiche a parte, in questo senso per i romani la città è meno sicura di qualche anno fa e considerano l’Esquilino il quartiere più pericoloso di Roma a cui seguono San Basilio e Corviale. Sono questi, secondo i residenti, i tre quartieri primi in classifica in termini di pericolosità.

Ecco la lista completa di tutti i quartieri da visitare stando particolarmente in guardia o, se possibile, da evitare a causa della micro delinquenza (furti, spaccio di droga, forte presenza di extracomunitari, delinquenza minorile):

  • Esquilino;
  • San Basilio;
  • Corviale;
  • Trullo;
  • Centocelle;
  • Torpignattara;
  • Torre Maura/Torre Angela;
  • Tor Bella Monaca;
  • Tor Sapienza;
  • Ponte di Nona;

In centro, sempre a detta dei cittadini e non solo delle statistiche, le altre zone a rischio sono:

  • Stazione Termini e dintorni;
  • Piazza Vittorio;
  • Stazione Tiburtina;
  • Stazione Ostiense.

Quartieri a parte, i romani fanno particolarmente attenzione ad evitare, generalmente, strade isolate (soprattutto, di notte), stazioni e vagoni della metro, fermate degli autobus, luoghi di ritrovo di extracomunitari.


Consigli e raccomandazioni

Ti diamo consigli e raccomandazioni validi per qualsiasi città e meta turistica particolarmente ambita, suggerendoti le classiche regole del buon senso per vivere la tua vacanza a Roma in tutta tranquillità e sicurezza:

  • non passeggiare, specie di notte, in vicoli bui e zone isolate;
  • non ostentare troppo denaro ed oggetti preziosi specie nei luoghi affollati o nei locali e sui mezzi pubblici;
  • prima di lasciare l’hotel, chiedi di custodire in cassaforte contanti e carte di credito che non ti servono, passaporto ed oggetti di valore, facendoti rilasciare la ricevuta di deposito;
  • fai una fotocopia della tua carta d’identità valida e lasciala in albergo: potrebbe essere utile in caso di smarrimento o furto;
  • non prelevare contanti da sportelli bancomat esterni, particolarmente esposti sulla strada, se vuoi evitare il rischio di furto. Usa quelli interni alle banche o gli sportelli più sicuri che si trovano in hotel o nei musei;
  • non indossare portafogli o cellulare nella tasca posteriore dei pantaloni o in una tasca dello zaino in bella vista, ti consigliamo di riporli nelle tasche interne della borsa o della giacca:
  • chiudi bene borsa e zaino, controlla il portafogli, il cellulare ed altri dispositivi sui mezzi pubblici o in luoghi particolarmente affollati;
  • non poggiare sui tavolini dei locali o sul bancone di un bar telefono, portafogli o zaino;
  • se si avvicina chiunque voglia venderti prodotti, evitalo ed allontanati perché potrebbe trattarsi della classica scusa per derubarti.

Numeri utili in caso di emergenza

Prima di partire, dai un’occhiata, memorizza o stampa questa pagina con tutti i numeri utili di Roma in caso di problemi, necessità, emergenze o semplici informazioni:

  • 112(numero unico europeo sempre attivo e gratuito) per rivolgersi, in caso di emergenza, a Carabinieri, Pronto Soccorso e Vigili del Fuoco;
  • 113, numero per contattare la Polizia di Stato;
  • 118, numero di emergenza sanitaria;
  • 115, numero per mettersi in contatto con i Vigili del Fuoco;
  • 06 57 06 00per rivolgersi alla Guardia Medica;
  • 06 228941, numero da chiamare per informarsi sulle farmacie di turno;
  • 06 48 89 91, il numero dell’Aziendadi Promozione Turistica di Roma che dispone di uffici informativi nei punti più strategici della capitale (tra cui aeroporto di Fiumicino, stazione Roma Termini, Via del Corso, Vaticano, Fontana di Trevi).

Ambasciata italiana presso la Santa Sede a Roma

L’Ambasciata italiana presso la Santa Sede a Roma costituisce l’unico caso di sede diplomatica presente sul territorio dello stesso Paese che rappresenta. E’ una missione diplomatica della Repubblica Italiana guidata, dal 21 settembre 2017, dall’ambasciatore Pietro Sebastiani.


Assistenza sanitaria

Il residente, il turista ed il visitatore a Roma hanno diritto all’assistenza sanitaria gratuita dopo aver esibito la Tessera Sanitaria Europea rilasciata dall’Asl di competenza, una card magnetica che copre le spese di normale emergenza e dà diritto al rimborso fino all’80% di eventuali spese sostenute.

In caso di emergenza, come già abbiamo visto, il 112 (numero unico europeo) ed il 118 (Eliambulanze) sono i principali numeri da comporre, ma dai un’occhiata alla seguente lista di numeri utili alternativi:

  • 06 57 06 00per chiamare la Guardia Medica (attivo dalle 20 alle 8 nelle notti feriali e festive, dalle 10 alle 20 nei prefestivi e dalle 8 alle 20 nei giorni festivi);
  • 06 5510, numero delle Ambulanze Croce Rossa Italiana;
  • 06 24302222, numero delle Ambulanze Croce Verde Romana;
  • 06 228941per conoscere le farmacie di turno;
  • 06 5800340, numero per contattare l’Ambulatorio Veterinario Comunale;
  • 349 0998913, numero (attivo dalle 10 alle 22 tutti i giorni) del servizio di Ambulanza Veterinaria;
  • 06 49970860/49970861, per il servizio di Trasfusione Sangue Urgentedel Policlinico Umberto I;
  • 06 77055563, servizio di Trasfusione Sangue Urgentedell’ospedale S. Giovanni;
  • 06 490663, numero del Centro Antivelenidel Policlinico Umberto I;
  • 06 3054343, numero del Centro Antivelenidel Gemelli.

Scopri altre informazioni utili

Racconta la tua esperienza!