no comments

Sicurezza a Parigi: è una città Sicura?

Non entrando nel merito del terrorismo internazionale che potenzialmente coinvolge qualsiasi città, il livello di sicurezza a Parigi rientra nella media delle metropoli europee. E’ una città piuttosto sicura come può esserlo Milano o Roma. Vivi la tua vacanza senza allarmismi, ma ricorda di non distrarti troppo e di seguire le solite regole di buon senso.

La ‘pericolosità’ a Parigi è di due tipologie: borseggi e piccole truffe ai danni dei turisti e problemi di ordine pubblico in zone sovrappopolate dove povertà, immigrazione e disoccupazione generano frequenti episodi di furti, spaccio, violenza e prostituzione. Si tratta di zone che puoi tranquillamente evitare (soprattutto di notte), lontane dalle maggiori attrazioni della capitale francese. Ti spieghiamo cosa succede in città, le piccole insidie e truffe, i raggiri, le zone da evitare. Ti diamo consigli utili e tutti i numeri da contattare a Parigi in caso di emergenza (anche sanitaria).


Cosa succede in città

Ciò che il turista potrebbe ‘subire’ nella capitale francese riguarda episodi di cosiddetta microcriminalità: furti, scippi, borseggi, raggiri, piccole truffe che si possono benissimo evitare conoscendone i meccanismi in anticipo. A Parigi vedrai circolare molti poliziotti per le strade, non soltanto in auto ma anche a piedi (in divisa e in borghese). Finora, sono state installate oltre mille telecamere per questioni di sicurezza.

Ecco quali sono le piccole insidie in cui potresti ritrovarti coinvolto:

  • Se qualcuno ti chiede di scattargli una fotoe poi vuole ricambiare il favore, non cascarci perché potrebbe scappar via rubandoti la macchina fotografica o magari lo smartphone;
  • Una donna potrebbe fingere di aver trovato un anello di valore e, con la scusa di non poterlo tenere per questioni personali o religiose, tenta di vendertelo ad un prezzo ‘conveniente’. In realtà, l’anello non ha alcun valore e faresti bene a non fermarti neanche per parlarci;
  • Difficilmente, capita che qualcuno voglia aiutare il prossimo, quindi, quando ti si avvicina qualcuno che si offre di spiegarti come si ricarica la Passper viaggiare sui mezzi pubblici, evita di dargli la tua card che potrebbe sostituire con la sua (scarica);
  • Evita anche chi si avvicina per chiederti un’indicazione stradalecon un falso accento inglese o gruppi di ragazzine che, con la scusa di chiederti la firma per una petizione, tentano di sfilarti il portafoglio o il telefono dalle tasche;
  • È ancora in voga il gioco delle tre cartecon cui abili truffatori tentano di spillare soldi ai turisti con false scommesse (perderesti di sicuro);
  • Può capitarti la finta rissainnescata da venditori ambulanti per creare confusione e derubare i turisti (succede in zone come Sacre Coeur, Trocadero, il mercato delle pulci St Ouen/Clignancourt);
  • Borseggi e scippi in metro, sugli autobus e nei luoghi più affollati sono all’ordine del giorno, quindi stai in guardia e diffida di persone che, in un modo o nell’altro, ti si avvicinano troppo;
  • A volte, è proprio nei luoghi turistici più affollati(i più sicuri e sorvegliati di giorno) che i borseggiatori approfittano della distrazione di un turista per derubarlo. Succede negli ascensori della torre Eiffel, in fila ai musei o all’interno, nei grandi magazzini Lafayette e Printemps, o lungo gli Champs Elysees. Non abbassare la soglia dell’attenzione;
  • Fai attenzione a non salire a bordo di un taxi abusivo e truffaldino, intenzionato a svuotare le tasche dei turisti con tariffe esagerate o, addirittura, a rubarti i bagagli con l’aiuto di qualche complice.

Zone pericolose o da evitare

Oltre a ricordarti di non girare di notte lungo strade isolate e buie, sai già che borseggiatori e ladruncoli si aggirano nei luoghi più affollati di Parigi e sui mezzi pubblici, nei musei, specie nelle ore di punta, magari a Montmartre o in zone come il Quartiere Latino.

Premesso che è giusto stare in guardia ovunque e che non esistono zone sicure al 100% da nessuna parte, ecco un elenco delle aree da evitare (specie di notte) a Parigi o che, comunque, trasmettono una sensazione di minor tranquillità:

  • La zona diPigalle;
  • L’area tra tour Eiffel e Trocadero;
  • Le Hallesed il Centre Pompidou;
  • Stazioni metrocome Gare du Nord, Strasbourg St-Denis, Montparnasse Bienvenüe, Réaumur Sébastopol, Châtelet-Les Halles e Château Rouge (Montmartre). Ricorda che in ogni stazione metro e lungo i corridoi esistono dispositivi d’allarme per chiedere soccorso;
  • Gare de l’Est;
  • I quartieri a nord di Montmartre(da rue Caulaincourt fino al blvd Peripherique);
  • La zona del mercato delle pulcidi Clignancourt-St Ouen;
  • Le aree ad est di Montmartre, tra Barbès – Rochechouarte Château Rouge;
  • La zona compresa tra LesHalles e Pompidou;
  • Il Bois de Boulogne;
  • La zona tra Réaumur Sébastopol e Strasbourg St-Denis;
  • L’area a nord del bacino della Villette;
  • La zona a sud di Pere Lachaisee Porte de Bagnolet;
  • Alcuni quartieri periferici Banlieue.

Consigli e raccomandazioni

Ti invitiamo a seguire i classici accorgimenti di buon senso durante il tuo soggiorno a Parigi:

  • evita di camminare per i vicoli bui, non isolarti dalle zone più illuminate e popolate;
  • non mostrare troppo denaro ed oggetti preziosi;
  • lascia gli oggetti preziosi nella cassaforte dell’hotel, anzi è preferibile non portarli con te a Parigi;
  • prima di uscire dall’hotel, chiedi di custodire contanti e carte di credito che non ti servono, passaporto ed altri oggetti di valore nella cassaforte e fatti rilasciare la ricevuta di deposito;
  • lascia in hotel la fotocopia della tua carta d’identità valida, potrebbe essere utile in caso di smarrimento o furto;
  • non prelevare mai contante negli sportelli bancomat in strada troppo esposti perché potresti rischiare un furto. Usa quelli interni e più sicuri, presenti in hotel o nei musei;
  • non infilare il portafogli o il cellulare nella tasca posteriore dei pantaloni o in una tasca della borsa in bella vista, è preferibile riporli nelle tasche interne:
  • controlla sempre la borsa, il portafogli ed i tuoi dispositivi nei luoghi affollati e sui mezzi pubblici;
  • non lasciare telefono, portafogli o borsello sul tavolino di un locale o sul bancone del bar;
  • non far avvicinare persone intenzionate a venderti prodotti, potrebbe essere la classica scusa di abili borseggiatori.

Numeri utili in caso di emergenza

Durante il soggiorno a Parigi, in caso di problemi ed emergenze potrai chiedere aiuto o informazioni ai seguenti numeri:

  • 112(numero unico europeo, gratuito, attivo 24 ore su 24, a cui rispondono operatori multilingue, che parlano anche italiano) per mettersi in contatto velocemente con Polizia, Pronto Soccorso e Vigili del Fuoco;
  • 17, numero telefonico alternativo per richiedere il pronto intervento della Polizia;
  • 15, numero alternativo per chiamare il Pronto Soccorsoe contattare il SAMU (Service d’Aide Medicale d’Urgence) chiedendo un’equipe medica d’urgenza;
  • 18, numero alternativo per mettersi in contatto con i Vigili del Fuoco;
  • 01 43 37 51 00 per emergenze dentistiche;
  • 01 40 05 48 48 per rivolgersi al Centro Antiveleno;
  • 01 58 41 41 41 in caso di ustioni gravi;
  • 01 47 07 77 77per rivolgersi ad una guardia medica.

Grazie al programma francese SAVE (Système d’Accueil des Victimes Étrangères – Sistema di Accoglienza Vittime Straniere) poliziotti bilingue forniscono assistenza a chi intende presentare denunce nella propria lingua. I 20 commissariati di polizia disponibili sono sempre aperti per offrire assistenza ed accogliere denunce. Se non conosci il francese o l’inglese non ti sarà difficile farti aiutare da un residente, un poliziotto o un traduttore della zona.

Ambasciata italiana a Parigi

Consolato Generale italiano di Parigi


Assistenza sanitaria

Per ottenere l’assistenza sanitaria gratuita, come turista e cittadino europeo, ti basterà esibire la Tessera Sanitaria rilasciata dall’Asl di competenza nella tua città. La card garantisce le cure necessarie in caso di emergenza e necessità presso qualsiasi ospedale pubblico pagando un ticket.

Se hai bisogno di ulteriori cure puoi fare richiesta di rimborso (fino all’80%) delle spese sostenute presso l’istituzione francese CPAM oppure recandoti presso la tua Asl di appartenenza, dopo che sarai tornato nella tua città.

Il pronto soccorso degli ospedali parigini La Pitié, Hôtel-Dieu, Lariboisière, Necker e Bichat funziona no-stop, 24 ore su 24. La farmacie a Parigi sono aperte ininterrottamente dalle 8 fino alle 20; per quelle notturne, ti basterà controllare la lista affissa nella bacheca di qualsiasi farmacia chiusa. Generalmente, se dobbiamo fare un paragone con i prezzi in Italia, si può dire che a Parigi le cure dentistiche e le visite specialistiche costano meno.

Scopri altre informazioni utili

Racconta la tua esperienza!