no comments

Viaggiare sicuri a Vienna: Ecco i consigli pratici

Qualità della vita e sicurezza a Vienna vanno di pari passo. Quest’anno, alla domanda “Dove conviene vivere?”, la Deutsche Bank ha risposto così: la città con la più alta qualità della vita è Wellington (Nuova Zelanda) cui seguono Edinburgo e Vienna. La città di Vienna, dunque, è la terza in classifica a livello mondiale. Quali sono stati i parametri considerati da Deutsche Bank per elaborare questa classifica?

I parametri principali sono stati: sicurezza, sanità, potere di acquisto, costo della vita, efficienza dei trasporti pubblici, clima, inquinamento, rapporto tra affitti e stipendi. Il capoluogo austriaco rientra fra le città più vivibili e sicure, con un tasso di criminalità basso.

Di sicuro, nessuna città al mondo si può definire l’Eden sulla Terra: nonostante l’elevata sicurezza, la situazione politica stabile ed i servizi efficienti, ci sono delle zone e distretti a Vienna meno vivibili, più difficili da frequentare sia per chi ci abita sia per il turista di passaggio.

In questa guida, ti daremo tutte le informazioni utili per evitare rischi e goderti una permanenza tranquilla nella capitale austriaca segnalandoti i numeri a cui puoi rivolgerti per ogni evenienza ed in caso di emergenza.


Zone più o meno sicure

In una delle città più sicure al mondo, la presenza della polizia è costante e molto attiva. Questo non vuol dire che non devi essere prudente tenendo gli occhi ben aperti.

Vienna è composta da 23 distretti, quartieri variopinti, molto chic oppure popolari, pieni di studenti o di funzionari dell’ONU, di artisti o gente snob, multiculturali e non.

Tra questi distretti, il decimo (il quartiere Favoriten) è forse il più pericoloso e sconveniente da visitare (per la presenza di immigrati) oltre che il più povero di attrazioni turistiche.

Altre aree da considerare, in termini di pericolosità, sono la zona del Prater, il complesso sotterraneo della Karlsplatz e le stazioni in genere come in qualsiasi metropoli del mondo. Non sono sicure come i distretti Alsergrund, Währing (il più amato dai turisti per via del parco di Turkenschnzpark) e Döbling.

Nelle zone meno sicure (tra cui rientrano quelle più affollate dai turisti  dove non mancano borseggiatori), faresti bene a stare in guardia e non tenere in bella vista smartphone, tablet, soldi contanti.


Semplici regole per godersi le vacanze in sicurezza

Indipendentemente dai quartieri più o meno ‘nobili’, per stare tranquillo e goderti la vacanza a Vienna è bene seguire certe regole un po’ ovunque. Quali regole? Quelle che leggerai di seguito, le stesse che funzionano ovunque andrai:

  • Porta con te una fotocopia della carta d’identità da lasciare in albergo o in altro luogo di residenza temporanea durante la tua vacanza a Vienna;
  • All’interno del portafogli, dividi il contante in vari tagli separati, non tenerli tutti insieme ed in bella vista quando paghi;
  • Al ristorante o in qualsiasi altro locale non lasciare incustodita la borsa, il portafogli o il telefonino (su una sedia, un tavolo o un bancone);
  • Non infilare lo smartphone o il portafogli in una tasca esterna dei pantaloni o della borsa.

Possono sembrare consigli ovvi eppure tutti noi ripetiamo spesso errori del genere per distrazione o superficialità.


Sicurezza a Vienna o maggior senso di sicurezza?

Un’inchiesta che ha messo a confronto le capitali di tutti i Paesi dell’UE ha riportato dei dati strani: il 17% dei viennesi ha dichiarato di essere stata vittima di un atto di criminalità almeno una volta nella vita ed è la stessa percentuale di Roma.

Di conseguenza, ti starai chiedendo: chi vive a Vienna è più sicuro o ‘si sente’ più sicuro?

I viennesi ed i turisti che capitano a Vienna dicono di non temere l’idea che qualcuno in metro rubi loro il portafogli. Girano tranquillamente per strada, di notte, e per loro la città è molto più sicura di altre in Europa. I casi di furto del portafogli o in casa sono abbastanza isolati, a quanto pare. Quello che distingue i viennesi dagli altri è il senso di sicurezza percepito?

In effetti, stando ad un’altra ricerca, meno del 10% dei viennesi ha paura di essere vittima di un crimine: il tasso di criminalità è lo stesso di Cracovia dove, però, il 40% delle persone teme di subire un crimine. Insomma, forse per via dell’elevata qualità della vita, il ‘pericolo’ viene percepito meno.


Tutti i numeri utili in caso di emergenza

In caso di furto, smarrimento dei documenti ed emergenze sanitarie, dovresti segnarti i numeri utili per stare più tranquillo prima di partire. Il 133 o 112 è il numero unico europeo per i casi di emergenza e fin qui ci siamo, sicuramente lo conosci già.

Per il resto, ecco di seguito tutti i numeri da conoscere:

  • Vigili del fuoco 122;
  • Ambulanza 144;
  • Soccorso stradalegratuito h24 ARBÖ tel. 123 oppure ÖAMTC tel. 120;
  • Ambasciata italiana a Vienna 0043(1)7125121 Fax 0043(1)7139719 e-mail ambasciata.vienna@esteri.it;
  • Cancelleria Consolare presso l’Ambasciata d’Italia 0043(1)7135671 Fax 0043(1)7154030 cell. 00436767084884 e-mail consolato.vienna@esteri.it.

Di regola, in caso di furto, la denuncia va presentata al più vicino posto di polizia.

Se, invece, smarrisci o ti rubano la carta di credito, dovrai bloccare la carta. Potrai chiamare uno dei seguenti numeri in base al tipo di carta:

  • Master Card 0800-21-8235
  • Visa 0800-200-288 e, al momento della richiesta, tel.800-892-8134
  • American Express 800.263.92.279
  • Carta Maestro+3902-3498.0020
  • Diners Club +39063213841.

Se smarrisci un oggetto puoi tentare di recuperarlo telefonando al n. 0900-00-200 dal lun. al ven. dalle 8 alle 18 pagando la chiamata 1.36 € al minuto.

In particolare, se l’oggetto è stato smarrito in treno, dovrai rivolgerti all’Ufficio oggetti smarriti in treno telefonando al n. 93-000-22-222 (dal lun. al ven. dalle ore 7.30 alle 12.30). In caso di smarrimento di oggetti su bus, tram e metro dovrai, invece, chiamare al n. 7909-188 (servizio disponibile in lingua tedesca ed inglese).

Sperando che tutti i numeri telefonici che ti segnalo qui non dovranno mai servirti, in caso di emergenza sanitaria (malore, incidente) sappi che gli italiani hanno diritto all’assistenza sanitaria gratuita.

Scopri altre informazioni utili

Racconta la tua esperienza!