no comments

Leggi e Regole da Rispettare a Dublino, Analisi Pratica

Dando un’occhiata a leggi e regole a Dublino, che interessano maggiormente il visitatore ed il turista di passaggio, scoprirai abitudini impensabili degli irlandesi come lo scarso rispetto per i semafori rossi. Ti aggiorniamo (da prossimo turista ma anche da curioso) sulle leggi riguardanti alcol, fumo, droga, prostituzione, reati sessuali e Codice della strada che prevedono multe talvolta salate.

Partirai più tranquillo, sorriderai su alcuni punti, cercherai di stare attento e ti sentirai più sicuro di te, anche per far valere eventualmente i tuoi diritti. Concludiamo con tutti i numeri utili per ogni evenienza ed emergenza (anche sanitaria).


Alcol

Soltanto i maggiorenni (al compimento dei 18 anni) possono acquistare e consumare alcolici (e sigarette) a Dublino, in Irlanda in genere. In un negozio o in un locale, possono chiederti di mostrare un documento d’identità per verificare la tua età.

Un minorenne non può entrare in un negozio dove vendono alcolici se non è accompagnato da un genitore. E nei pub come funziona?

Il minore, da maggio a settembre, può entrare in un pub e restarci fino alle 21-22 di sera, ma non può bere all’interno del locale: se vuole farsi una birra, può consumarla dietro il consenso dei genitori o in un luogo privato, quindi fuori dal pub. Il ragazzo di 15-17 anni può accedere in un locale che vende alcolici soltanto in occasione di feste private e se consuma anche cibo.

Tornando al mondo degli adulti, difficilmente vedrai un irlandese (non alcolizzato) in un luogo pubblico o per la strada con una lattina di birra in mano. Forse perché in Irlanda chi consuma alcol in strada o chi viene segnalato per ubriachezza molesta può rischiare multe salatissime? Forse. Per il consumo di alcol in strada si rischia una multa fino a 500 euro che è anche la massima sanzione per chi urina in luoghi pubblici (da 70 a 500 euro, per essere precisi).

Nei pub irlandesi, l’ultima ordinazione scatta alle 23,30 per consumare l’ultimo bicchiere fino a notte inoltrata. Esistono, comunque, alcuni pub che hanno i permessi per restare aperti fino alle 2,30 del mattino. Il vino si beve nei ristoranti, in genere.


Fumo

Il divieto di fumo in tutti i luoghi pubblici esiste dal mese di marzo 2004, in Irlanda. Bar, ristoranti e pub si sono adeguati di conseguenza allestendo aree riservate ai fumatori, che spesso si trovano all’esterno o all’ingresso del locale.

Tale divieto (in cui rientrano anche le sigarette elettroniche) è molto rispettato (si trasgredisce di rado), probabilmente perché viene severamente punito. L’Irlanda prevede la multa più salata d’Europa per chi viene sorpreso a fumare in aree vietate (fino a 3.000 euro). Può acquistare sigarette (anche elettroniche) solo chi è maggiorenne: come per le bevande alcoliche, è necessario esibire un documento d’identità valido per dimostrare la propria età.


Droga

Il possesso di droga (leggera o pesante) è illegale in Irlanda e tale resta anche per uso personale. La legge riguardo allo spaccio di droga è simile a quella prevista nel nostro Paese. Riguardo alla cannabis c’è un discorso diverso da fare. Innanzitutto, a dicembre del 2016, l’Irlanda ha legalizzato la cannabis medica, a fini terapeutici.

All’atto pratico, il consumo di droga in Irlanda è stato depenalizzato: chi possiede una quantità di droga ad uso personale non finisce in carcere. Ci finisce lo spacciatore.


Prostituzione e reati sessuali

In Irlanda, la prostituzione in sé non è un reato: il diritto penale irlandese (l’Act del 1993)  vieta di ‘importunare’ persone per la strada o nei luoghi pubblici a scopo di prostituzione. Questo è un reato e chi trasgredisce (prostituta e cliente) paga un’ammenda.

La prostituta di per sé è tollerata se agisce ‘privatamente’ senza coinvolgere pubblicamente le persone. Ciò che resta, in Irlanda, assolutamente illegale e non tollerato è lo sfruttamento della prostituzione, il sesso mercenario organizzato (niente club, bordelli o case chiuse) e, come abbiamo detto, la prostituzione in strada. Va da sé che a Dublino, come nel resto del Paese, online si possono trovare molti servizi escort a chiamata. L’età minima legale di una prostituta è di 18 anni.

Riguardo alla legge contro la violenza sessuale, all’inizio del 2017 il ministro della Giustizia irlandese Frances Fitzgerald ha voluto ridefinire il concetto di consenso sessuale. Ad esempio, se una donna in stato di ubriachezza confessa di aver ‘subito’ un rapporto sessuale, può essere tutelata come vittima di abuso? La risposta del ministro è sì.

Le pene per abusi sessuali contro adulti e minori, al pari di tutti i reati contro la persona, sono severamente puniti con pene detentive.


Codice della strada

Prendere un’auto a noleggio a Dublino è praticamente inutile: il piccolo centro si visita facilmente a piedi oppure usufruendo di una rapida ed efficiente rete di trasporto pubblico. Se, però, decidi di partire con la tua auto è importante conoscere il Codice della strada irlandese. In Irlanda, innanzitutto, ricorda che si guida a sinistra.

Se arrivi con la tua auto ok, se invece hai deciso di noleggiare un’auto a Dublino sappi che in questa città il contachilometri probabilmente indicherà le miglia, non i chilometri. Quindi, occhio a calcolare i limiti di velocità che sono:

  • 50 km/h (30 miglia) in città salvo diverse indicazioni della segnaletica in alcune zone;
  • 100 km/h (60 miglia) sulle strade extraurbane;
  • 110 km/h (70 miglia) in autostrada.

Riguardo al tasso di alcolemia nel sangue, il limite previsto è di 0,05% come da noi: il tasso si riduce allo 0,02% per i neo-patentati. In caso di controllo da parte di un agente di polizia, se il tasso di alcolemia supera i limiti consentiti si possono rischiare multe severe (fino a 5.000 euro di multa o 6 mesi di prigione). La guida sotto l’effetto di droghe è pesantemente punita.

E’ obbligatorio:

  • Usare le cinture di sicurezza e questo vale per automobilista, passeggeri dei sedili anteriori e posteriori;
  • Dare la precedenza a destra, se si percorre una rotonda;
  • Il casco su moto e ciclomotori.

E’ vietato:

  • Sorpassare a destra;
  • L’uso del cellulare durante la guida; è possibile usarlo solo utilizzando auricolari o vivavoce;
  • Sostare nei 15 metri antistanti i passaggi pedonali.

Per il resto, non è obbligatorio in Irlanda usare le luci di giorno e non è richiesto alcun particolare equipaggiamento a bordo. A proposito di viaggiare, approfittiamo di questo paragrafo per ricordarti che viaggiare sui mezzi pubblici senza biglietto potrebbe costare una multa di 100 euro.


I semafori rossi a Dublino

Leggi, regole e sanzioni sono molto rigide e severe in Irlanda anche in tema di Codice della strada, ma spendiamo due parole su certe abitudini a Dublino che devi assolutamente conoscere. Ti consigliamo di fare molta attenzione alla viabilità, quando attraversi la strada. I semafori rossi nella capitale irlandese possono durare un’eternità e, di conseguenza, gran parte dei residenti non rispetta l’indicazione del semaforo.

Davanti al semaforo rosso, i pedoni, verificando che non passino auto o che non siano troppo vicine, attraversano la strada. Lo stesso vale sulle strade senza semaforo. Detto questo, bisogna fare alcune raccomandazioni ai:

  • Pedoni: ricordate che, spesso, un’auto tende ad accelerare quando si trova di fronte una persona che attraversa con il semaforo rosso;
  • Automobilisti: attenti ai pedoni che sbucano da tutte le parti e non hanno nessuna intenzione di aspettare che scatti il semaforo verde;
  • Ciclisti: attenti a quei due (pedoni che attraversano senza permesso ed automobilisti che corrono senza rispettare chiunque sia nelle vicinanze).

A peggiorare la situazione (per il pedone) è la guida dell’auto a sinistra prevista in Irlanda. Quando attraversi, guarda prima a destra e subito dopo a sinistra perché le direzioni sono invertite.


I numeri utili in caso di emergenza

Per ogni evenienza, emergenza, problema, richiesta di aiuto o di semplici informazioni, a Dublino puoi contattare i seguenti numeri:

  • 112(numero unico europeo gratuito, con operatori multilingue, attivo no-stop) per contattare Polizia, Ambulanza e Vigili del Fuoco;
  • 999, numero alternativo al 112 per chiamare Polizia, Ambulanza e Vigili del Fuoco;
  • 01 679 0700, numero utile per emergenze dentistiche(Ospedale Steevens);
  • 01 478 5295475, numero per mettersi in contatto con il Servizio assistenza turistidi Harcourt Street.

Ambasciata italiana a Dublino

  • 63/65 Northumberland Road Ballsbridge – Dublin
  • Tel:  00353 1 6601744
  • Fax  00353 1 6682759
  • (da contattare lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 2,40, oppure martedì e giovedì dalle 13, 20-15,40)
  • Sito web www.ambdublino.esteri.it
  • e-mail ambasciata.dublino@esteri.it
  • Cellulare per le emergenze 087 2386802 (attivo i giorni festivi e nei fine settimana)

Assistenza sanitaria e Pronto Soccorso

L’Irlanda fa parte dell’UE, quindi il turista e cittadino dell’Unione Europea che si reca a Dublino per vacanza o per altri motivi, ha diritto all’assistenza sanitaria gratuita esibendo la Tessera Sanitaria magnetica rilasciata dall’Asl di competenza. La tessera sanitaria magnetica permette di coprire le normali prestazioni di emergenza e di ottenere il rimborso (fino all’80%) delle spese mediche sostenute.

Se cerchi un medico di base disponibile, in caso di necessità, puoi chiamare il numero 01 676 7273 dell’Associazione Medica Irlandese: attenzione, verifica che sia convenzionato con il Sistema Sanitario Pubblico o la visita potrebbe costarti 50-80 euro.

Le farmacie di Dublino (chemist Shop) sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 20, ma alcune lavorano fino alle 22. Se ne trovi una chiusa, controlla il cartello affisso sulla porta dove sono indicate le farmacie disponibili.

Scopri altre informazioni utili

Racconta la tua esperienza!