no comments

Leggi e Regole in Vigore a Londra: Guida per il Turista

Per una tua sicurezza personale, per far valere i tuoi diritti ma anche per evitare di commettere errori, scopri leggi e regole a Londra nella nostra guida completa. Scegliamo, come sempre, i temi di maggior interesse per il turista che si reca nella capitale inglese: alcol, fumo, droga, sesso, prostituzione, reati sessuali, codice della strada.

Londra è una città tollerante ma ha le sue regole ferree che vanno rispettate per evitare multe o la reclusione, quindi, ti consigliamo di leggere attentamente cosa fare e cosa non fare. Annotati anche tutti i numeri utili in caso di emergenza e parti tranquillo.


Alcol

La legge inglese proibisce la vendita di alcol ai minori di 18 anni. In sostanza, per ordinare una birra nei pub e bar di Londra, devi essere maggiorenne ed aver compiuto i 18 anni. Ai minori di 16-17 anni è permesso di consumare alcol soltanto se sono seduti al tavolo di un ristorante e se non consumano il pasto nella zona bar: per poter bere alcol, devono pranzare o cenare nell’area destinata a questo servizio.

Esiste un altro divieto in Inghilterra: non è permesso bere alcolici per la strada. Chi trasgredisce rischia una multa salata (circa 80 euro) ed il sequestro della bevanda alcolica. In caso di ubriachezza molesta la multa può salire a circa 120 euro, mentre chi viene scoperto ad urinare in luoghi pubblici è soggetto ad una multa di 100 euro circa.


Fumo

Il divieto di fumo nei bar e ristoranti è in vigore dal 2007, in Gran Bretagna. Fai attenzione a dove accendi la sigaretta: se fumi in aree vietate rischi una multa di 65 euro.

Nel 2006, è entrato in vigore in Scozia il divieto di fumare nei trasporti pubblici (stazioni incluse) ma anche alla guida dell’auto. Lo stesso vale per la Gran Bretagna dove il divieto di fumo alla guida è una realtà dal 2015. Spieghiamo meglio di che si tratta. Fumare in auto è proibito ma c’è un ‘se’: è vietato ‘se’ a bordo si trova un minore di 18 anni o una donna incinta. Il divieto di fumo viene applicato solo alle auto chiuse ed a quelle parzialmente apribili (sono esentate le spider e le cabriolet da guidare, però, sempre con la capote abbassata se si fuma).

Da questo divieto emerge un paradosso: considera che, in Gran Bretagna fumare è legale a partire dai 16 anni e che si può ottenere la patente a 17 anni. Immagina questa situazione curiosa: un 17enne alla guida può fumare se viaggia da solo ma non può farlo, in base alla nuova legge, se viaggia con un coetaneo (e, comunque, un ragazzo che non ha ancora 18 anni). Buffo no? Chi non rispetta questo divieto è soggetto ad una multa di 50 sterline (56 euro circa).


Droga

Nel Regno Unito, il possesso, consumo e spaccio di droghe (leggere e pesanti) sono illegali, costituiscono reati punibili con pene variabili (reclusione da 2 anni in su e multe fino a 5.000 sterline ovvero 5.620 euro) a seconda della quantità e gravità del reato stesso.

In particolare, chi produce e spaccia droga rischia fino a 14 anni di reclusione. In questo divieto rientrano non solo le droghe in genere ma anche narcotici, cannabis, marijuana e hashish. La droga è illegale anche per uso medico. Solo di recente, è stato depenalizzato l’uso personale di droga a patto che il consumo avvenga in un luogo privato, domestico.

Nel Regno Unito (come in Germania, Francia, Italia, Belgio, Irlanda, Finlandia, Grecia), nonostante la cannabis sia illegale, il consumo personale è stato depenalizzato: non si rischia il carcere in caso di piccole quantità ma solo sanzioni pecuniarie, a meno che il possesso della sostanza sia destinato allo spaccio.


Sesso, prostituzione e reati sessuali

Vendere il proprio corpo, di per sé, non è illegale nel Regno Unito, un Paese che adotta il modello abolizionista: non punisce la prostituzione o l’acquisto di prestazioni sessuali (e non li regolamenta) ma non tollera e punisce lo sfruttamento della prostituzione come pure il favoreggiamento, l’induzione, il reclutamento, l’apertura e gestione di bordelli. E’ lo stesso modello seguito da Paesi come Belgio, Città del Vaticano, Francia, Italia, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Lussemburgo, Monaco, Polonia, Portogallo, Spagna, Repubblica Ceca ed altri ancora.

Inoltre, la prostituzione di strada, in luoghi aperti al pubblico è considerata un reato, non è affatto permessa. Se l’età per avere rapporti sessuali consenzienti è di 16 anni, una prostituta per fare il mestiere deve aver compiuto i 18 anni.

La legge inglese non prevede nessuna tolleranza per reati sessuali contro adulti o minori; chi commette abusi o violenze viene punito con la stessa severità prevista nel nostro Paese. La normativa inglese sui reati sessuali si fonda sulle seguenti leggi:

  • Sexual Offences Act 1956che raccoglie tutte le disposizioni riguardo ai reati sessuali e legati alla prostituzione e che sottolinea la relazione dell’atto carnale attraverso l’uso della forza, l’inganno, la minaccia o la somministrazione di droga. Per i reati previsti, le pene vanno da 2 anni all’ergastolo (nei casi più gravi);
  • Sexual Offences Act 1967che si focalizza sugli atti omosessuali;
  • Sexual Offences Act 1976che, occupandosi specificatamente del reato di violenza carnale, si concentra sulla mancanza di consenso al rapporto sessuale piuttosto che sull’uso della violenza:
  • Sexual Offences Act 1985, legge emanata sia peraumentare le pene previste dalla legge del 1956, sia per introdurre il nuovo reato di kerb-crawling che consiste nell’indurre una donna a fare sesso a scopo di prostituzione;
  • Sexual Offences Act 1992, legge che allargail diritto all’anonimato, sia della vittima che dell’imputato, ad altri reati;
  • Sexual Offences Act 1993, con la qualeviene abolita la presunta incapacità sessuale di soggetti con età inferiore ai 14 anni.

Codice della strada

Ti abbiamo già parlato del divieto di fumare alla guida in presenza (all’interno dell’auto) di minori di 18 anni e donne incinte e, prima di entrare nel vivo del Codice della strada britannico, vogliamo ricordarti che:

  • La guida è a sinistra e si sorpassa a destra;
  • I limiti di velocità sono indicati in miglia orarie non in chilometri;
  • Fai attenzione, quando attraversi, alle indicazioni ‘look left’(guarda a sinistra) o ‘look right’ (guarda a destra) per comprendere la direzione del traffico;
  • Il cosiddetto jaywalking(l’attraversamento della strada eseguito in modo irresponsabile e pericoloso) è illegale.

E’ rigorosamente vietato usare il telefono mentre si è alla guida (perfino con gli auricolari) oppure distrarsi utilizzando il navigatore o ascoltando musica con le cuffie. Sono obbligatori:

  • Cinture di sicurezza sia per chi guida sia per tutti gli altri viaggiatori che occupano i sedili anteriori e posteriori;
  • Seggiolini per i bambini di età inferiore ai 3 anni idonei alla loro corporatura ed apposite cinture per bambini (da 3 a 12 anni) fino a 1,35 metri di altezza.

Sono semplicemente consigliati (e non obbligatori) estintore, cassetta del pronto soccorso, giubbetto catarifrangente e triangolo a bordo dell’auto. Veicoli che trasportano 8 passeggeri + il conducente possono usare le corsie preferenziali degli autobus.

I limiti di velocità previsti nel Regno Unito sono:

  • 50 km/h nei centri urbani;
  • da 95 a 110 km/h sulle strade statali;
  • 110 km/h sulle autostrade.

Il limite di tasso di alcolemia nel sangue consentito è di 0,8 g/litro (lievemente più alto della media europea) sia per esperti sia per neopatentati. Se si supera il limite scattano le sanzioni previste. Il codice della strada britannico non fa distinzioni tra stati di alterazione alla guida dovuti a droghe o psicofarmaci: li considera comunque reati da punire con multe severe.

In caso di infrazioni commesse da automobilisti stranieri, si calcolano multe con importi fissi da un minimo di 100 sterline in su da pagare sul posto, altrimenti l’auto viene temporaneamente posta sotto sequestro finché la multa non viene pagata. Passando dall’auto ai mezzi di trasporto pubblico, ricordati che viaggiare sui mezzi pubblici senza biglietto a Londra può costare una multa di 90 euro.


I numeri utili per le emergenze

In caso di problemi, emergenze, richieste di aiuto o di semplici informazioni listiamo di seguito tutti i numeri utili di Londra:

  • 112(numero unico europeo gratuito ed attivo 24 ore su 24) per contattare Polizia, Ambulanza e Vigili del Fuoco;
  • 999, numero telefonico gratuito dedicato esclusivamente alle emergenze per rivolgersi alla Polizia, Pronto Soccorso, Vigili del Fuoco e Soccorso Stradale;
  • 111, numero destinato ai bisogni sanitari urgenti ma non di emergenza;
  • 100, numero da comporre per conoscere la struttura sanitaria pubblica più vicina;
  • 101, numero telefonico della stazione di polizia localeper denunciare crimini non urgenti.

Se la lingua inglese non è il tuo forte fatti aiutare da una persona del posto o da un traduttore.

Ambasciata italiana a Londra

  • 14 Three Kings’ Yard
  • (aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13)
  • Telefono: +44 20 7312 2200
  • Fax: 0044 (0)20 73122230
  • Sito web: www.amblondra.esteri.it
  • e-mail ambasciata.londra@esteri.it
  • Cellulare di reperibilità (solo per gravi emergenze) +44 (0)7711 620 676

Consolato italiano di Londra


Assistenza sanitaria a Londra

In caso di bisogno, il turista italiano che si reca a Londra ha diritto all’assistenza sanitaria gratuita previa esibizione della Tessera Sanitaria rilasciata dall’Asl di competenza. Copre l’intervento del Pronto Soccorso e le cure odontoiatriche e dà diritto al rimborso delle spese mediche sostenute. Per ricoveri particolari, è necessario stipulare un’assicurazione di viaggio.

Il sistema sanitario di Londra (NHS) è di elevato livello, caratterizzato da apparecchiature medicali e diagnostiche all’avanguardia e da eccellenti competenze del personale sanitario.

Il Pronto Soccorso londinese è di 2 tipologie:

  • Minor injuries unitsper casi di emergenza minore;
  • L’A&E(Accidents and Emergencies) per urgenze più gravi.

Il servizio A&E è assicurato dai seguenti ospedali:

  • The Royal London Hospital Whitechapel (tel. 020 7377 7000);
  • St Thomas’ Hospital Lambeth Palace Road (tel. 020 7188 7188);
  • St Mary’s Hospital Praed Street (tel. 020 7886 6666);
  • Royal Free Hospital Pond Street (tel. 020 7794 0500).

Il servizio sanitario dispone di Walk-in Centre, centri con infermiere qualificate in grado di offrire informazioni, consigli e cure per ferite o malattie minori senza bisogno di fissare appuntamenti. Le farmacie di Londra (chemist o pharmacy) sono aperte fino alle 20. Se ne cerchi una notturna puoi dare un’occhiata alla lista affissa nella bacheca di una farmacia chiusa. Per emergenze notturne, comunque, ricorda questo nome: Zafash, situato in Old Brompton Road, Earl’s Court.

Scopri altre informazioni utili

Racconta la tua esperienza!